Home > Capolavori

Fiasca

DL085418
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Recipiente
Luogo di conservazione
Palazzo del Museo Archeologico Nazionale
Inventario
st. 14163
Materia e tecnica
lamina bronzea
Datazione
secolo IV/II a.C.
Dimensioni
cm 9.0

Descrizione breve

Fiasca con corpo formato da due bacini circolari in lamina bronzea, sovrapposti specularmente e che si incastrano tra loro; presentano orlo assottigliato, sottolineato, all'esterno, da cordonatura orizzontale a sbalzo. L'orlo dei bacini è interrotto da un'apertura ellittica, sulla quale doveva essere impostata un'imboccatura in bronzo, provvista di attacchi per il fissaggio della fiasca sulla spalla; si nota sulla spalla di un bacino, la traccia di un motivo cruciforme che termina con tre petali: impronta di una placchetta che costituiva, molto probabilmente, l'attacco dell'imboccatura. All'interno dei due bacini, sono visibili cerchi concentrici incisi.
Si denomina "fiasca del pellegrino" perchè si ipotizza fosse utilizzata come borraccia.

Bibliografia

Cibo: vita e cultura nelle collezioni del Museo Archeologico Nazionale di Mantova, cibi e sapori nell'Italia antica, a cura di E.M. Menotti, Mantova 2005

Vai alla ricerca